topolino

3 ottobre 2010

Gomorra

Ho visto il film Gomorra, registrato in VHS (sì, registro ancora i film in cassetta e me li vedo con comodo, e allora?), temevo di averlo messo in visione troppo presto, spesso mi capita, ho bisogno di tempi di decantazione per la visione di alcuni film...e questo credevo fosse uno di quelli.

E invece no, non solo l'ho visto a pochi giorni dalla registrazione, ma l'ho anche apprezzato ben più di quello che mi aspettassi...intendiamoci, leggo molto di quello che scrive Saviano e lo condivido anche, il fatto è che su certe questioni credi di sapere già tutto, pensi che il tuo disincanto sia arrivato ad un tale punto da ritenere superfluo andare a vedere film, leggere articoli o libri, perchè credi di conoscerle già.

Presunzione forse, oppure stanchezza sì, forse stanchezza.

Sarà anche presunzione ma non c'è stato niente che mi abbia sconvolto più di tanto, nel senso che ho visto cose già immaginate, già lette e discusse, la nostra quotidianità è troppo pregna di nefandezze di ogni sorta perchè noi ci scandalizziamo di questo, troppi film, troppe fiction ci hanno erudito su questo tipo di traffici e troppi telegiornali ci hanno abituato ad aspettarci il peggio dai nostri costumi nazionali ... è solo che la messa in scena, le trame e i personaggi sono molto credibili, reali, l'affresco e descritto con taglio quasi documentaristico, i personaggi per quanto volitivi hanno pesi specifici ben tratteggiati anche nelle loro fugaci apparizioni.
Per gli stessi motivi non ho letto il libro (anche se lo farò, un giorno o l'altro), e tuttavia credo che, pur non avendolo letto (e quindo ancora con presunzione), sia stato ben rappresentato ...l'Italia è questa signori, e non solo Napoli, ma l'Italia tutta!

Nessun commento:

Posta un commento