topolino

11 aprile 2016

Nemoland 2016

1 e 2 Aprile di gran festa al cinema Odeon di Firenze.
Come ogni anno l'Accademia Nemo, la mia scuola (proprietà condivisa con altri tre soci), organizza e celebra Nemoland, un evento ad uso e consumo dei propri allievi  e di alcuni selezionati studenti del Liceo di Porta Romana, il tutto oramai in numero tale che anche il teatro fiorentino rischia di non contenere completamente, evento questo, che vede protagonisti artisti e maestri di fama internazionale con un incontro-workshop che si è trasformato ormai in un'annuale e piacevole consuetudine.





I poster della manifestazione realizzati entrambi da Luca Chiarotti.

Quest'anno i due ospiti erano Masami Suda e Colin Chilvers.

Suda è il papà di Kenshiro, meglio conosciuto Ken il Guerriero, anime e manga conosciuto a livello planetario e che ha fatto sognare generazioni di ragazzi, e molti altri personaggi altrettanto famosi; mentre Colin Chilvers è il premio Oscar per gli effetti speciali per il film Superman del 1978, che aveva come protagonista il mai dimenticato Christopher Reeves, oltre che regista e autore degli effetti speciali del famoso videoclip di Moonwalker, di Michael Jackson.




Masami Suda e Colin Chilvers.



Il sottoscritto tra i due ospiti.


Conoscere dei personaggi di questo calibro è sempre un privilegio a cui difficilmente ci si abitua, anche se, c'è da dire con un piccolo moto di orgoglio, che in dodici edizioni, oramai possiamo annoverare tra i nostri "amici" e nella maggior parte dei casi anche nostri estimatori, personaggi di prima grandezza e la quale statura artistica era ai nostri esordi, inimmaginabile.
Ma ci siamo, oramai siamo perfino coscienti dei nostri traguardi, sudati e raggiunti con sacrifici e dedizione e, inutile negarlo, di cui andiamo fieri.
Gran parte del merito va all'organizzazione dei miei soci fiorentini, che coccolano ed organizzano anche un soggiorno per gli ospiti che va ben al di là della semplice accoglienza ma che, nella maggior parte dei casi , si trasforma quasi in uno spot promozionale della città di Firenze, esaltandone le caratteristiche e le particolarità, anche se c'è da dire che la città non ne avrebbe bisogno. Ma queste attenzioni e questa cura del dettaglio, mette a loro agio gli ospiti facendogli dare il meglio di sé.




Il cinema Odeon gremito da centinaia di spettatori, la mattina dell'esibizione dell'orchestra diretta da Carlo Chiarotti, che prelude il momento della premiazione.



Due componenti della "banda Nemo", inaspettatamente colti durante la pausa spuntino.

Masami Suda , oramai è diventato un globe-trotter che gira il mondo invitato per festival a promuovere e a godere, giustamente e meritatamente, di una fama mondiale raggiunta dalle proprie creature; è un giapponese disponibile e ridanciano, a cui piacciono le battute e, insieme alla simpatica moglie, formano una coppia curiosa di ogni possibile informazione dei luoghi che visitano, ed è piacevole conversare con loro, tanto più facile perché, forti anche della nostra esperienza giapponese di qualche anno fa, trovare dei ponti che congiungano le nostre considerazioni comuni non è difficile e, ci aiuta al tempo stesso a confrontare e disquisire sui nostri popoli ed i nostri costumi.


Colin Chilvers è un pacioso e conviviale inglese dalla verve tutta British, acuto e sagace nasconde dietro al volto bonario nascosto da una barba incanutita, un'acume che emerge da frizzanti battute ed acute osservazioni, lo accompagna la moglie Colleen, seria ed imperturbabile ma al tempo stesso disponibile alla conversazione.

Parlare degli incontri sarebbe riduttivo e non renderebbe giustizia alla qualità dell'evento, Masami Suda ha spiegato le ragioni del suo modo di realizzare i personaggi e le caratteristiche della creatività giapponese, oltre che le origini e l'esperienza fatta nel settore dell'animazione, ed il cambiamento che ha distinto l'evoluzione di realizzare anime negli ultimi anni.
In coda alla performance del maestro giapponese, è stato proiettato il documentario Animeland, del filmaker italiano Francesco Chiatante, una ricca testimonianza dell'influenza del manga e delle anime sul l'immaginario italiano e sulle generazioni"contaminato" da esso, con interviste ad esperti e addetti ai lavori ma anche con la presenza di personaggi dello spettacolo come Valerio Mastandrea, Paola Cortellesi, Vincenzo Mollica e molti altri, e con puntuali osservazioni di Luca Raffaelli.
Chilvers invece, con filmati e gustosi aneddoti ha spiegato la sua esperienza personale, le origini, i modi di realizzare ed il mondo di relazione dei Visual effects dagli esordi fino ad oggi. Inutile osservare come, al momento di mostrare filmati che esplicassero l'uso degli effetti per gli ultimi film di maggior successo come: Mad Max, I guardiani della Galassia, Ex-machina e Star Wars, si è raggiunta l'apoteosi e l'attenzione ed il brusio di approvazione ha serpeggiato per tutta la sala con punte di altissimo godimento.


Nella mattinata di sabato, clou della giornata e dell'evento è stata la premiazione dei "Nemoland Legend", i premi consegnati ai nostri ospiti, il tutto preceduto da un'esibizione di un gruppo di musicisti del Comunale di Firenze e dei cantanti diretti dal maestro Carlo Chiarotti che hanno intonato le musiche della colonna sonora di Superman e quelle di Ken il Guerriero e Tekkaman. Questo particolare momento, negli anni si è trasformato, per la magia che solo la musica sa regalare, in quello più emozionante ed intenso dell'intera manifestazione, qui in vari momenti e nelle performance dei cantanti e dei musicisti hanno strappato lacrime di genuina emozione che hanno dato alla manifestazione un'intensità bellissima.
Io ho voluto personalmente donare due Mara Brizo (il mio artbook) personalizzati, realizzando le copertine fatte a mano con i rispettivi Superman per Chilvers e Kenshiro per Masami Suda e che, pare, siano stati molto apprezzati.





Le due cover personalizzate consegnate agli ospiti del mio artbook Mara Brizo raffiguranti nell'ordine Kenshiro e Superman.

Ultima cosa, ma come dicono gli inglesi last but not least, giusto per fare capire che con le lingue "andiamo a nozze", alla fine della premiazione abbiamo presentato, dopo una lunga gestazione il trailer del nostro Talent Show che noi dell'Accademia Nemo abbiamo realizzato per promuovere la nostra scuola e occupare uno spazio dell'entertainment che, al momento, nonostante il proliferare dei talent su ogni disciplina, non era stato ancora realizzato, il nostro: Art Master.



Questo è il trailer di Art Master.



La presentazione del trailer ed i ragazzi selezionati per realizzarlo, oltre a quelli di Filmaking che l'hanno realizzato con la supervisione di Nello Ferrara.


Un talents che mette a confronto dieci ragazzi su prove ad indirizzo artistico per diventare illustratori, characters designer, concept artist insomma tutto quello che riguarda la creatività e l'arte del disegno, per incoronare il migliore a cui offrire opportunità di lavoro e un futuro nel settore in cui vorrebbe occuparsi.



We are superheroes!



La cena del sabato sera con tutti i partecipanti, il locale è gremito ma, come si vede, il centro della sala è nostro. Protagonisti anche qui.

Ma il weekend, almeno per me (ma anche i miei soci so che non si riposeranno) non è ancora finito qui, sul treno Firenze-Viareggio, in un punto tra Prato e l'indefinita piana Toscana, sto finendo di scrivere di questa ulteriore è bellissima esperienza, mentre mi dirigo a Lucca.
C'è Collezionando, una mostra di fumetti d'Antiquariato organizzata come espansione a quella di Lucca Comics, pensata per un target diverso ma al contempo amante del medium che ha reso famosa questa città, ben più delle sue splendide mura. Ed io sono qua, invitato dalle Edizioni Tunuè, per promuovere il mio libro uscito un paio di anni fa "Di altre storie e di altri eroi" un libro che mi ha dato molte soddisfazioni e che, da sempre, sono orgoglioso di promuovere e dedicare.

Come? Non l'avete ancora acquistato?
Dico io: ma cosa aspettate?

Nessun commento:

Posta un commento